Cosa Visitare

Da non perdere assolutamente il centro storico di Narni, che conserva il patrimonio accumulato in 3.000 anni di storia.

Dell’epoca romana restano il grandioso ponte di Augusto, il ponte Cardona e l’acquedotto della Formina.

Al periodo medievale, invece, risalgono opere come la cattedrale di San Giovenale, la chiesa di San Domenico, la chiesa di Santa Maria Inpensole, la chiesa di Sant’Agostino e la chiesa di San Francesco.
Stupenda la piazza dei Priori, dove, oltre all’austero palazzo del Podestà, si innalza la loggia dei Priori che mostra la deliziosa Loggia del banditore.

Sopra la città svetta la superba Rocca albornoziana, recentemente restaurata, innalzata nella seconda metà del XIV secolo per volere del Cardinale Albornoz.

Da visitare a Narni Scalo il Santuario della Madonna del Ponte.

Da visitare anche la Narni sotterranea: acquedotti, cisterne, cunicoli cripte e perfino la sala delle torture del Tribunale dell’Inquisizione, con una cella che ancora mostra i graffiti incisi dai prigionieri in attesa di essere condannati: un paesaggio misterioso racchiuso nel cuore di una città che diventa meta di un itinerario attraverso la storia, l’arte e la cultura delle civiltà del passato.

A Otricoli da visitare la zona archeologica di Ocricolum, la città romana che si sviluppò lungo il Tevere presso il porto dell’Olio: il complesso dei resti superstiti appartengono quasi tutti all’età Augustea: un Teatro, un Anfiteatro e un imponente costruzione ad arcate che forse sosteneva uno dei monumenti più importanti della città, il Capitolium.

A Calvi dell’Umbria, da vedere i murales rappresentanti la natività.

A Terni, da vedere la famosissima Cascata delle Marmore la più alta d’Europa, il bellissimo Lago di Piediluco e il Parco Archeologico di Carsulae, antico Foro Romano.